Nel cuore selvaggio della penisola Iberica

Nibbio bruno – Canon 7D, 300 f/4 L (f/8.0, 1/640, 640iso). Capanno.

Griffons resting in the shadow - Campanarios de Azaba-  Canon 7D, 300/f4 L (f/9.0, 1/640, 800iso

Due Grifoni si rinfrescano all’ombra di una pianta – Canon 7D, 300 f/4 L (f/9.0, 1/640, 800iso). Capanno.

Negli ultimi due mesi sono stato nel cuore della penisola Iberica, all’interno della Riserva Biologica Campanarios de Azaba, un’area naturale gestita dalla ‘Fundacion Naturaleza y Hombre’ e da ‘Rewilding Europe’, due organizzazioni che lavorano per la tutelare la conservazione di specie e ambienti naturali.

Il mio compito era quello di esplorare l’area per conto di “SKUA Nature Group” e di individuare situazioni interessanti per il turismo naturalistico e la fotografia.

L’ “Oeste Iberico” è una delle aree d’Europa meno densamente abitate in cui antropizzazione e sfruttamento del paesaggio sembrano contenuti, un’area in cui la fauna e la “wilderness” stanno riprendendo i loro spazi.

L’area è dominata da migliaia di ettari di dehesa, una tipologia ambientale condizionata dalla pastorizia e dall’allevamento dei secoli passati. Una sorta di immensa foresta aperta e luminosa dominata da imponenti querce.

Aegyptian vulture - Canon 7D, 300/f4 L (f/6.3, 1/400, 1000iso

Un Capovaccaio cerca dei resti alimentari nei pressi di una carogna – Canon 7D, 300 f/4 L (f/6.3, 1/400, 1000iso)

Puppy of Rod deer drinking at a pond - Campanarios de Azaba - Canon 7D, 300/f4 L (f/6.3, 1/2000, 1600iso

Un cucciolo di capriolo si abbevera ad una pozza  – Canon 7D, 300 f/4 L (f/6.3, 1/2000, 1600iso). Capanno.

L’ambiente della Dehesa è uno dei paesaggi semi-naturali più antichi d’Europa, modellato e gestito dalla mano dell’uomo da oltre 2000 anni. Negli ultimi anni l’allevamento e la pastorizia di animali domestici, come maiali e vacche, non sono più praticati intensamente come un tempo, favorendo così il ritorno di molte specie animali. La presenza di vaste aree naturali favorisce la presenza di grandi uccelli predatori, come Avvoltoio monaco, Grifone, Capovaccaio, Biancone, Aquila minore, Cicogna bianca e la più rara Cicogna nera, Nibbi, ecc… Tutti animali che in queste aree possono ritrovare nutrimento e siti riproduttivi. In particolare, per tutti gli uccelli da carogna, sono in corso diversi interventi di alimentazione supplementare, così da favorire la sussistenza di queste popolazioni.

Molte delle fotografie presenti in questo articolo sono il risultato di appostamenti all’interno di capanni fotografici opportunamente collocati in prossimità di aree di alimentazione supplementare, dette in spagnolo “Muladar”. E’ il cerchio della vita, la morte di un individuo può dare vita ad altre specie.

Avvoltoio monaco - Canon 7D, 300 f/4 L ()

Un avvoltoio monaco in attesa di consumare una carcassa – Canon 7D, 300 f/4 L (). Capanno.

Black vulture - Canon 7D, 300/f4 L (f/7.1, 1/500, 400iso)

Avvoltoio monaco, ritratto – Canon 7D, 300 f/4 L (f/7.1, 1/500, 400iso). Capanno.

Aegyptian vulture - Canon 7D, 300/f4 L (f/8.0, 1/60, 160iso)

Il cerchio della vita – Canon 7D, 300 f/4 L (f/8.0, 1/60, 160iso). Capanno.

Anche i mammiferi beneficiano di questa situazione e alcune specie rare in Europa, come lo Stambecco iberico o la Genetta sono qui in espansione fianco a fianco a specie più comuni come il Capriolo.

Iberian Ibex / Peña de Francia - Canon 7D, 300/f4 L (f/6.3, 1/1000, 1250iso)

Maschi di stambecco iberico si riposano all’ombra di una roccia, Peña de Francia – Canon 7D, 300 f/4 L (f/6.3, 1/1000, 1250iso)

Full moon above the "Dehesa"- Campanarios de Azaba - Canon 7D, 300/f4 L (f/9.0, 1/640, 640iso

Luna piena sulla “Dehesa” – Canon 7D, 300 f/4 L (f/9.0, 1/640, 640iso)

___________

Vuoi approfondire questo argomento?
http://www.skuanature.com/skua_nature/SKUA_NATURE.html
http://reservabiologicacampanarios.es/
http://www.rewildingeurope.com/areas/western-iberia/
http://www.fnyh.org/
http://www.vulturefoundation.org/
Advertisements